BIOENERGETICA E TECNICHE DI RILASSAMENTO

Seminari di Bioenergetica e tecniche di rilassamento con Roberta Stampini…

Chiama per prenotare!

Sbircia qui: articoli bioenergetica

Annunci

La cervicalgia

UN RIMEDIO NATURALE PER LA CERVICALE: PILATES E GYROTONIC

Fastidiosissimo inconveniente, la “cervicale” colpisce maggiormente d’estate o al cambio di stagione perché creata da un repentino sbalzo di temperatura (un esempio classico è dato dall’uso dell’aria condizionata) oppure da un’esposizione prolungata a correnti d’aria (il finestrino dell’auto abbassato.) In realtà si dovrebbe parlare di cervicalgia, dal momento che la cervicale è la zona della colonna vertebrale, presente in ognuno di noi, delimitata tra le vertebre C1 e C7.In caso, appunto di cervicalgia trattiamo l’infiammazione di una zona muscolo scheletrica piuttosto vasta che può provocare dolore diffuso; infatti le diramazioni nervose che partono dal collo si dipanano lungo tutto la schiena coinvolgendo anche le braccia.Ma la causa può ricercarsi anche in una postura scorretta e tenuta per molte ore (alla scrivania, durante lo studio o anche durante il sonno, dal momento che non ce ne accorgiamo).                                                    Spesso per lenire gli attacchi più violenti, si ricorre a un antinfiammatorio, in modo da placare la fase acuta, senza rendersi conto che in realtà a essere coinvolta è la struttura muscolo-scheletrica di un individuo.                                                                                                  Volendo invece investire in una logica che copra il lungo periodo e che quindi miri anche alla prevenzione, si deve pensare prima di tutto a cambiare stile di vita.Sarebbe utile anche fare attenzione alle  posture  quotidiane e iniziare a svolgere un’attività fisica regolare che coinvolga armonicamente anche la parte superiore del tronco.             Perciò, se si è affetti da cervicalgia, soprattutto in caso di recidive, è bene orientarsi verso una terapia completa che ristabilisca l’equilibrio delle strutture meccaniche presenti nella zona della colonna vertebrale.Anche perché la “cervicale”, come comunemente viene detta, o anche il semplice torcicollo, costringe la persona in una posizione innaturale, forzata, la quale a sua volta peggiora ulteriormente lo squilibrio della spina dorsale con conseguenze che si riflettono sull’intera persona, con frequenti mal di testa spesso peggiorati da nausea e irritabilità, o anche malessere generale anche a livello degli organi interni.Come risolvere il problema definitivamente? I rimedi naturali, che evitano quindi l’uso di farmaci e di tutti gli effetti secondari a essi collegati in primis l’assuefazione dell’organismo al principio attivo, prevedono un’attività fisica che contempli esercizi dall’approccio dolce, ma efficaci e mirati all’allungamento e allo stretching muscolare per contrastare contratture e tensioni come il Pilates e  il Gyrotonic che consentono di intervenire senza stressare le articolazioni infiammate o quelle ancora “convalescenti” e quindi più fragili e sensibili: infatti quella del collo è una parte della spina dorsale particolarmente esposta alle tensioni derivanti dai movimenti della testa nonché soggetta anche alle contrazioni dovute alla somatizzazione dello stress e per la pratica di queste discipline è fondamentale rivolgersi a centri specializzati e certificati. .

 

IL PILATES PER IL PAVIMENTO PELVICO

PILATES PER IL PAVIMENTO PELVICO…….UN OTTIMO ALLEATO

Il pavi­mento pel­vico è un com­plesso di muscoli, ten­di­ni e legamenti che, come dice il termine stesso, fa da sostegno a tutto il nostro corpo, chiudendo la parte infe­riore del bacino come fosse un vero pavimento. E’ una di quelle parti del corpo che quasi non ci accorgiamo di avere e non sentiamo il bisogno di allenare anche se in realtà svolge un ruolo fondamentale per il nostro benessere.

L’importanza di un pavimento pelvico tonico

Quando ci si trova ad affrontare problemi di incontinenza, come capita anche subito dopo il parto, ci si accorge di quanto sia importante contare su un pavimento pelvico tonicoUn buon sostegno del pavimento pelvico, oltre ad evitare spiacevoli fuoriuscite, può contribuire a ridurre i dolori mestruali e quelli causati dalla menopausa e aiuta ad affrontare meglio la gra­vi­danza e il periodo successivo al parto.

Il pavimento pelvico e la postura corretta

Studi recenti hanno dimostrato l’importanza del  pavimento pelvico per una buona postura e una cor­retta sta­bi­lità del bacino. Un ade­guato tono musco­lare del pavi­mento pel­vico è infatti il pre­sup­po­sto fondamentale per ottenere una costante par­te­ci­pa­zione dei muscoli sta­bi­liz­za­tori pro­fondi della zona lom­bare e del bacino ovvero il tra­sverso dell’addome e il mul­ti­fido lombare.

Una cor­re­la­zione siner­gica fun­zio­nale ancora più ampia si ha tra i muscoli sopra citati (pavi­mento pel­vico, tra­sverso addo­mi­nale e mul­ti­fido) e il dia­framma respi­ra­to­rio che ha un ruolo da coor­di­na­tore. Siner­gia che si tende a per­dere nel caso di disfun­zioni della colonna.

Il Pilates e il pavimento pelvico

Un concetto che era stato già intuito in tempi non sospetti da Joe Pilates che aveva messo al centro della sua disciplina la powerhuose, vale a dire l’insieme dei muscoli pro­fondi e super­fi­ciali del tronco e della parte alta degli arti infe­riori. L’obiettivo del Pila­tes è infatti quello di svi­lup­pare una colonna vertebrale sostenuta da muscoli forti e fles­si­bili che contribuiscano alla funzionalità di tutto il corpo, garantendo sta­bi­lità e la fles­si­bi­lità: per ottenere questi risultati bisogna rinforzare proprio la Powerhouse di cui il pavi­mento pelvico fa parte e che si impara a per­ce­pire e sen­si­bi­liz­zare proprio attraverso le lezioni di Pilates. E’ consigliabile quindi iniziare a praticare Pilates per ridurre i fastidi causati dagli episodi di incontinenza ma soprattutto esercitarsi con questa disciplina come forma di prevenzione.

 

Pilates in gravidanza

art gravidanza foto

Pilates e Gyrotonic e mal di schiena

art mal di schiena foto